Accessibility Tools

Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Online il toolkit per sviluppare l’approccio ecosistemico

Rigenerazione dei luoghi

Condividi su

Cosa trovi in questa news

Chi è lǝ Post Human Architect

C’è qualcosa che dovrebbe accomunare chiunque opera per la rigenerazione dei luoghi, che siano città o aree interne. L’adozione di un modello di rigenerazione che proietta quel luoghi verso un futuro arricchente, sostenibile e inclusivo:

  • Arricchente, basato  sull’arte e sulla cultura, capace anche di fornire stimoli e aprire riflessioni, non solo di soddisfare i bisogni con la funzionalità.
  • Sostenibile, in armonia con la natura, l’ambiente e il nostro pianeta.
  • Inclusivo, che incoraggi il dialogo tra culture, discipline, generi ed età.

Che sia l’architettǝ, lǝ designer, lǝ volontario, l’operatorǝ culturale, lǝ progettista, l’assessore, lǝ tecnicǝ, l’artista, l’umanista, è possibile attivare processi di rigenerazione che rispondono ai tre principi sopra esposti se si lavora e si studia il territorio da rigenerare in ottica ecosistemica. Questo significa superare l’approccio antropocentrico, incentrato sull’uomo, a favore di un approccio ecosistemico, in cui l’uomo e la natura, la tecnologia e la cultura, coesistono in armonia e cooperano per il miglioramento delle nostre condizioni di vita e sociali.
Il Post Human Architect non è un architettǝ  in senso stretto, ma una persona capace di interpretare gli spazi da una prospettiva ecosistemica e di immaginare nuovi approcci, usi e opportunità sostenibili per chi abita quegli spazi o potrebbe abitarli.

Gli output del progetto Post human Architect

POST HUMAN ARCHITECT è un partenariato strategico per l’istruzione e la formazione professionale cofinanziato dal programma Erasmus+ e iniziato nel gennaio 2022. L’obiettivo del progetto è promuovere un approccio di rigenerazione dei luoghi e di innovazione sociale ispirato ai principi del Nuovo Bauhaus Europeo: bello, sostenibile e inclusivo.

Durante il primo anno del progetto, il partenariato ha raccolto alcune buone pratiche che applicano questi principi. Uno di questi è Borgata Paraloup, “rifugio dei lupi” in Occitania, un villaggio alpino del Nord Italia. Dopo un lungo periodo di spopolamento, nel 2006 la Fondazione Nuto Revelli ha deciso di acquisirlo e ora è un laboratorio a cielo aperto per un ritorno sostenibile alla vita, alla cultura e al lavoro in montagna. 

Un altro esempio viene dalla Slovenia: Murska Sobota è un’area degradata della cava di ghiaia e da tempo le organizzazioni locali volevano rigenerare lo spazio in un luogo di incontro e di svago. È stata offerta l’opportunità di installare un padiglione espositivo (EXPANO) dell’Expo 2015 di Milano e il comune di Murska Sobota ha deciso di accettare questa sfida in termini di riabilitazione dell’area degradata. Ora è un luogo moderno e attraente che accentra tutti i servizi della regione del Pomurje.

Partendo dall’analisi di queste e altre buone pratiche, unita ai risultati di focus group nazionali condotti con vari operatori culturali impegnati in progetti di rigenerazione urbana, i partner hanno prodotto il Post Human Architect competence framework, uno strumento che racchiude competenze e conoscenze utili a chi lavora nel campo del project management nelle aree interne. 

Dal 30 maggio al 1° giugno 2023, l’Università di Aalborg ha ospitato un evento di formazione e sperimentazione per testare due giochi da tavolo sviluppati da Futuregames, un centro di game development di Changemaker Educations, in Svezia, partner del progetto Post Human Architect. I due giochi testati consentono all3 student3 di sperimentare e migliorare le competenze necessarie all’architetto post-umano. Grazie ai feedback del gruppo di lavoro – ricercatorɜ e operatorɜ di tecno-antropologia, architettura, settore culturale e creativo, rigenerazione urbana, provenienti da Italia, Slovenia, Svezia e Danimarca – il team di sviluppo di Futuregames adattato i giochi in base ai feedback ricevuti dai e dalle partecipanti. 

Come allenare un approccio ecosistemico

A fine giugno Sineglossa ha raccolto i risultati della training activity di Aalborg pubblicando il toolkit del progetto Post Human Architect. Uno strumento ad accesso libero, scaricabile in pratico formato pdf, con attività, esercizi e consigli per fare rigenerazione a base culturale con un approccio ecosistemico.

Leggi anche