You are not connected. The newsletter may include some user information, so they may not be displayed correctly.

L'IA corre, e Sineglossa anche

L'IA corre, e Sineglossa anche

L'IA corre, e Sineglossa anche

Ciao user name‍ ‍

è tornata la newsletter di Sineglossa!

Forse hai notato che il mese scorso non ti è arrivato nessun aggiornamento da parte nostra, ma in questo periodo ci siamo dedicatɜ alla ricerca di un nuovo software per le nostre newsletter: ora stai leggendo una newsletter creata e inviata con AcyMailing. Se dovessi notare errori o problemi con la visualizzazione della mail, puoi sempre leggerla online aprendo il link in alto a destra e segnalarci malfunzionamenti rispondendo a questa mail.

Nel frattempo le novità si sono accumulate, quindi: dovrai scrollare tanto per vedere la fine di questa newsletter, ma troverai tante notizie tra report d'impatto, nuovi  progetti lanciati, residenze artistiche e redazioni di comunità. 


Prima di iniziare, però, ti ricordiamo che, se ti va, puoi seguirci anche su Instagram, Facebook o Linkedin, oppure consigliare questa newsletter a chi la leggerebbe tutta d'un fiato, condividendo questo link. E da gennaio 2023 ci trovi anche su Substack con Mangrovia, una newsletter vademecum di una buona arbori-cultura.


Ecosistemi ➞ Interventi ➞ Intervista a Federico Bomba su arte e IA

Il rapporto possibile tra arte e intelligenza artificiale, spiegato da un esperto

"Quello che credo sia più interessante, rispetto ad altri usi, è la capacità propria degli artisti di usare “male” o, per meglio dire, in maniera “stravagante” la tecnologia, quasi come a sprecarla, a forzarla a fare ciò per cui quella tecnologia non è stata programmata. I software pensati dagli informatici perlopiù agiscono secondo un sistema di causa effetto o di problem solving. Gli artisti, invece, non sono problem solver ma problem maker: i problemi li creano. Ed è proprio grazie a questo che riusciamo a sviluppare uno sguardo critico sull’intelligenza artificiale, che altrimenti non avremmo." Continua a leggere l'intervista pubblicata su Centodieci, il magazine di Mediolanum.


Progetti ➞ Educazione e Formazione ➞ BE YOUR HERO

Se voglio, posso: l'impatto del campus di sport e life skills

Ragazzi durante il campus sport e life skills a Corinaldo (2021)
‍Foto dal Campus Be Your Hero, un progetto di sport e life skills per adolescenti, edizione Corinaldo (2021)

Cosa lascia un campus che allena il corpo e la mente? Per scoprire l'impatto dell'edizione pilota di Be Your Hero Sport skills (ovvero il campus organizzato a Corinaldo nel 2021 insieme all'associazione ADD Academy umbria) abbiamo somministrato un questionario anonimo ai e alle 42 partecipanti, 32 ragazze e 10 ragazzi provenienti da tre Istituti di secondo grado della provincia di Ancona.  


Progetti ➞ Educazione e Formazione ➞ BE YOUR HERO

Perché insegnare arte a scuola?

Mostra finale del percorso didattico su arte e life skills per adolescenti "Educare alla felicità"
‍Mostra finale del percorso didattico su arte e life skills per adolescenti "Educare alla felicità"

Negli ultimi tre anni abbiamo sperimentato e progettato due format "Be Your Hero": oltre a quello basato sull'attività fisica, di cui hai letto sopra, ne proponiamo una versione Art & Life skills, dove l'attività per allenare le proprie competenze trasversali è di natura artistica. In entrambi i casi, alla fine del percorso formativo raccogliamo i dati dei risultati ottenuti, coniugando l'analisi qualitativa - tramite testimonianze e interviste - a quella quantitativa, in cui chiediamo alle persone partecipanti una autovalutazione sulle capacità e competenze acquisite. 

Abbiamo pubblicato online il report finale di Educare alla felicità, il progetto che tra 2021 e 2022 ci ha permesso di formare tramite la metodologia Be Your Hero Art & Life Skills oltre 350 adolescenti marchigiani. 

‍Ovviamente, parlare di impatto comporta chiedersi anche se sia giusto misurare - o tentare di misurare - il cambiamento generato da un progetto culturale attraverso percentuali e cifre. Ma i dati stessi che abbiamo studiato dimostrano che porsi questa domanda è invece essenziale, perché consente di scoprire che sono gli aspetti immisurabili, non calcolabili né quantificabili, a essere vissuti come "impatto" del progetto. Ovvero: creare nuove relazioni, possibilità di sviluppare il proprio potenziale, capacità di affrontare gli ostacoli della vita con più sicurezza.  Queste stesse valutazioni sono emerse dai questionari somministrati durante i workshop artistici Be Your Hero a Napoli e Locri, per Bella Storia. La Tua. Ne parla Elisa Paluan su Secondo Welfare.


Progetti ➞ Educazione e Formazione ➞ GREEN LEARNING

Un recommender system per scoprire nuove storie di sostenibilità

‍Daniela Bartolini, giornalista di Italia Che Cambia, illustra il recommender system per il modulo formativo del progetto Green Learning, Marzo 2023

‍Ha preso il via il modulo formativo del progetto GREEN LEARNING, un'attività finanziata da Fondazione Cariverona che ci vede al lavoro sui territori di Ancona e Bassano del Grappa per educare le nuove generazioni alla sostenibilità. Attraverso una combinazione di performance artistica, tecnologie di raccomandazione e lezioni nelle scuole, attivata grazie ad una serie di partner del mondo scolastico, amministrativo e performativo, svilupperemo una nuova metodologia didattica che possa affiancare i e le docenti nell'educazione civica, disseminando le storie di sostenibilità mappate da Italia Che Cambia. 


Progetti ➞ Educazione e Formazione ➞ WeSTEAM

STEM più inclusive grazie all'arte

 

‍WeSTEAM traning activity at Ars Electronica Center in Linz, November 2022. Photo Credit: Jessica Gallirow

Che competenze servono alle studentesse di materie STEM per proseguire la loro carriera accademica e professionale secondo l'approccio STEAM? Che tipologia di attività possono essere inserite nell'offerta formativa di università e centri di educazione informale per promuovere un futuro in cui le donne abbiano la stessa probabilità di un uomo di ricoprire ruoli elevati nel campo STEM?

Abbiamo pubblicato per WeSTEAM, Erasmus+ dedicato al rafforzamento della presenza femminile nelle STEM, una metodologia che riassume azioni e competenze per introdurre l'approccio artistico negli insegnamenti STEAM, insieme a una raccolta di buone pratiche per lasciarsi ispirare


Progetti ➞ Arte e intelligenza Artificiale ➞ MACHINES FOR GOOD

L'IA come driver per la partecipazione civica

‍‍Con altre tre organizzazioni europee che si occupano di arte e scienza stiamo realizzando, grazie al programma europeo CERV, un progetto che ci consente di offrire opportunità formative e laboratoriali a giovani dai 10 ai 35 anni, in cui le nuove tecnologie di intelligenza artificiale vengono utilizzate sia come strumento per approfondire e esplorare temi come comunità locali, democrazia, sostenibilità ambientale e cambiamento climatico, sia come oggetto di dibattito e riflessione, per sensibilizzare società civile, organizzazioni e policy makers sugli usi dell'intelligenza artificiale. Il progetto è appena partito e sabato 1 aprile ad Eindhoven Baltan Laboratories propone il workshop AI in the Hood.


Progetti ➞ Arte e Intelligenza Artificiale ➞ FOOD DATA DIGESTION

Valerie Tameu in residenza ad Ancona per Metabolo

Si evolve il secondo output artistico del progetto Food Data Digestion, il processo di ricerca e produzione curato da Sineglossa e supportato dal bando Art Waves di Fondazione Compagnia di San Paolo. 

Valerie Tameu, l'artista performativa che ha preso parte alla masterclass su Corpo, Arte e Intelligenza Artificiale che abbiamo tenuto a giugno 2022 a Torino e il cui progetto è stato selezionato per la seconda annualità di Food Data Digestion, dopo aver presentato un primo studio di Bolo al festival di Play with food, arriva ad Ancona per presentare Metabolo, l'evoluzione del lavoro frutto dei periodi di residenza a Bolzano e Ancona. Ispirandosi alle posizioni ecofemministe di Hannah Landecker (“Multiple Metabolisms. From capitalism to daily digestion”), al romanzo fantascientifico e afrofuturista di Nnedi Okorafor Laguna (Zona42, 2017), e utilizzando modelli di machine learning nutriti di dati provenienti da webcam subacquee, Valerie Tameu con Metabolo porta in scena il metabolismo planetario con una prospettiva non antropocentrica.


Progetti ➞ Arte e Intelligenza Artficiale ➞ FOOD DATA DIGESTION

And we thought in mostra a Lussemburgo

And we thought torna in scena a Nuit de la Culture, un festival di eventi e mostre in programma in Lussemburgo. Il progetto artistico di Roberto Fassone, AI LAI, LZ, sarà in mostra dal 20 aprile al 9 maggio all'Università di Lussemburgo, accompagnato da un talk in programma il 20 aprile tra Roberto Fassone, Federico Bomba, direttore artistico di Sineglossa, e Vincent Crapon, curatore della mostra. 


Progetti ➞ Rigenerazione dei luoghi ➞ NONTURISMO ANCONA

Ancona città anfibia: ecco il risultato dei disegni di 100 abitanti

‍Foto dall'evento "E se Ancona fosse un essere vivente?" per la coprogettazione del tema della guida nonturistica di Ancona (11 febbraio 2023)

È ancora possibile raccontare una città, prendersi cura delle sue mille storie, evocare i suoi spiriti con parole nuove, senza per questo trasformarla in un prodotto, da vendere come un giro di giostra? A quanto pare sì, è quello che le guide Nonturismo provano a fare. Dopo Bologna e Ussita, siamo al lavoro sulla guida dedicata ad Ancona e il tema - quello che nelle guide nonturistiche riflette lo "spirito del luogo" - è emerso da un laboratorio di co-creazione che ha coinvolto oltre 100 abitanti. Sarà Ancona città anfibia il filo conduttore degli itinerari e delle redazioni di comunità che partono ad aprile.


‍Data

16.04.2023

‍Luogo

Casa della Grancetta, Senigallia (AN)

‍Che forma ha il tuo eroe interiore?

Se hai tra i 14 e i 22 anni puoi partecipare al laboratorio di arte per le life skills, guidato dall'artista e formatore Giacomo Giovannetti. In programma una tappa a Senigallia presso la Casa della Grancetta il 16 aprile oppure a Recanati presso Centro Fonti San Lorenzo il 14 e 15 maggio. Per saperne di più, scopri l'evento.


NUOVO RINASCIMENTO MAG

‍Let It Fermenta. Un orto sociale che si fa performance

‍‍Leggi la storia di Fermenta, l'associazione creata da un'artista e un gruppo di apicoltori, orticoltori e agronomi, per stimolare la coesione sociale tramite la cultura della terra.

 

 
Copyright © 2023 Sineglossa, All rights reserved.
Aggiorna le tue preferenze di comunicazione ‍Disiscriviti ‍

Sede legale
Sineglossa
Via Marconi 41
60125 Ancona
Italy